ⓘ Mutande

                                     

ⓘ Mutande

Con il termine mutande si indica un capo dabbigliamento, sia da uomo che da donna, in genere composto di materiali naturali come cotone o seta oppure artificiali come nylon, lycra, tulle, da indossare a contatto con le parti intime.

                                     

1. Storia

Durante il periodo longobardo, le mutande erano anche note come femoralia. La parola è riferita da Paolo Diacono. Alahis, duca di Trento, a un diacono che gli domanda udienza per trasmettergli unambasciata dallarcivescovo fa rispondere che può essere ammesso "si munda femoralia habet" se ha/porta le mutande. Anticamente, le mutande erano un indumento tipicamente maschile, solitamente in lino e di lunghezza variabile a seconda della moda del periodo. Le donne solitamente non portavano mutande ma la camicia.

Nel 1500 braghesse larghe e lunghe fino al ginocchio furono a volte indossate in Italia, ma diventarono subito un indumento per le prostitute, pur essendo state introdotte - si dice - da Isabella dEste.

Le mutande femminili entrarono nelluso comune piuttosto tardi. Allinizio dellOttocento, diventarono, pur fra molte resistenze, parte della biancheria femminile: il modello era formato da lunghe brache tubolari accuratamente nascoste. Era vietato pure nominarle le si chiamava tubi della decenza. Assieme alle mutande proliferò la biancheria intima, bianca e ornata di pizzo. Essa era tuttavia riservata soprattutto alle signore, e solo allinizio del Novecento entrò anche nelluso delle classi popolari. Quando cominciarono ad essere adottate più ampiamente non mancarono le critiche.

Durante lOttocento solo alle bambine era dato girare con la gonnella corta le mutande bene in vista; si trattava di un primo tentativo di creare una moda infantile, che mai era esistita prima di allora. Collandar del secolo le mutande si accorciarono e arricciarono. Con lavvento della celebrata donna fatale la biancheria assunse tonalità più erotiche, e addirittura le mutande si mostrarono, appaiate a calze nere, nello sfrenato ballo del can can. Negli anni 1920 le mutande diventarono corti pagliaccetti, per poi accorciarsi sempre di più fino agli anni Sessanta, quando la minigonna obbligò ad usare slip di piccola taglia. Sebbene questo indumento sia generalmente considerato necessario sia per gli uomini che per le donne, non tutti portano le mutande. In particolare le donne di spettacolo prefericono talvolta rinunciarvi specie sotto certi abiti da sera, per evitare che lintimo risulti visibile.

Nel linguaggio moderno la mutanda assume anche significati metaforici, ad esempio lespressione "mutanda in testa" indica il legame tra due componenti di una coppia che comporta limpossibilità da parte di uno dei componenti di essa, a compiere azioni non gradite dal partner.

                                     

2.1. Tipologie Mutande da donna

Le donne utilizzano più tipi di mutande che nella loro versione femminile possono essere chiamate mutandine, indipendentemente dalle effettive dimensioni e dal modello:

  • la brasiliana, una via di mezzo tra slip e perizoma, caratterizzata dallavere la parte posteriore costituita da un triangolo che copre solo una parte minima del sedere;
  • lo slip simile a quelli da uomo;
  • la culotte, uno slip piuttosto alto che copre tutto il sedere ed eventualmente una parte delle cosce; può svolgere una blanda funzione contenitiva.
  • esistono inoltre vari tipi di guaina un indumento contenitivo destinato e modellare e contenere vita, addome e sedere aventi foggia di mutandina, sia con gamba, sia sgambate; esse sono appunto dette guaina mutandina. Ad esempio la mutanda-guaina contenitiva da gravidanza.
  • il perizoma, diverso dallo slip per il fatto di essere costituito, nella parte posteriore, da una strettissima striscia di tessuto o in un cordoncino; una volta indossato lindumento, la parte posteriore si posiziona allinterno dellincavo tra le natiche e viene quindi totalmente nascosto, lasciando quindi le natiche quasi interamente nude;
  • il tanga, uno slip estremamente sgambato, tanto da consistere, sui fianchi, in un semplice cordoncino o nastrino;
                                     

2.2. Tipologie Mutande da uomo

Per gli uomini esistono i modelli di mutanda:

  • le mutande di lana, che si distinguono, oltre che per il tessuto la lana, appunto anche per il fatto di scendere fino alle caviglie, indossate dai militari tra le mutande ed i pantaloni.
  • il sospensorio, indumento intimo maschile consistente in un sacchetto elasticizzato atto a contenere i genitali, particolarmente utilizzato a fini sportivi e medici;
  • gli slip sgambati;
  • il perizoma;
  • i Boxer ;
                                     

3. Film in cui le mutande appaiono in una scena "clou"

  • La signora in rosso The Woman in Red ", 1984. In questa commedia romantica, la stessa scena è rivissuta da Kelly LeBrock
  • Quando la moglie è in vacanza The Seven Year Itch ", 1955. La famosa scena in cui uno sbuffo daria dalle feritoie della metropolitana solleva le gonne a Marilyn Monroe
  • Riso amaro 1949